Geneviéve Kennedy
specchio dell'essere
 
un lieu de rencontre
pour l'Art et de Créativité…
informations sur l'artiste
 
les textes sont présentés avec les langues proposées par l'auteur
profil
salle peinture
Éire (Irlande) 




...Sogni e brame del passato che si realizzano tramite i sensi del tatto, dell'olfatto, rivisitazione. Il subconscio in metamorfosi verso il conscio. Il silenzio della mente che crea delle immagini di terre impossibili, quelle dell'occhio interno. Il transito sottile di sensazioni e ricordi provenienti dai tempi passati, attimi sfuggenti che ormai non hanno più senso nel presente ma sono pur sempre onnipresenti per indicarci la strada verso noi stessi........

Geneviéve Margaret Ryan-Kennedy, nata a Dublino, Dicembre 1969 ha dipinto tra Dublino e Milano dal 1988 ed è laureata in archeologia e Italiano presso lo University College Dublino in 1992 con post laurea nell'insegnamento dell' Inglese. Ha fatto delle personali a Dublino e Bologna e lavora spesso in collaborazione con altri artisti emergenti tra i quali soggetisti e astrattisti.E' impegnata nello studio dell'astratto verso l'Iper-realismo, una tendenza fra lo stato sogno con soggetto e quello astratto, che deve esigere sensazioni appartenenti alla memoria e riconoscimento di oggetti, forme, esperienze familiari vissuti al passato.L'inevitabilità dell'esistenza con i suoi intrighi, sfide, obiettivi intellettuali e relazionali e pertanto la sua eventuale terminazione, sono tutti temi sviluppati lungo il percorso dell'artista che spesso sono interpretati attraverso una varietà di stili e metodologie differenti.Un simbolo semplice preso dalla natura come un albero, una caverna, diventa qualcosa immancabilmente malinconica insieme ad una forma antropomorfica in sviluppo verso la razionalità che si spinge aldilà della sopravvivenza quotidiana, finendo con realizzarsi in forma conscia, coscienza, e consenziente.
Il segno desolato della mano umana sulla terra lascia la sua traccia indelebile benchè la natura reclami quello che può.Spesso queste cicatrici sono ormai inidentificabili, metà spazzate via delle turbolenze climatiche, segni effimeri, che prendono forma secondo la stagione, clima, cultura, circostanza ma sono onnipresenti e ovunque.La medesima natura dalla sua parte, reagisce con tutte le sue forze che possiede e si adatta, mimetizzandosi, evolvendosi e controbattendo o d'altro canto, rimanendo immutabile fin dall' inizio della sua esistenza, per stupirci o insegnarci il vero significato della vita e della morte, alle volte formidabile, minacciante o potente altre volte, fragile, pregiata e esteticamente piacevole.Ci circonda bensì quando la donna dorme, avvolta incoscientemente nelle ombre e nelle tenebre, le due in lotta eterna con la luce, passandole sopra e continuando come hanno sempre fatto sin dall'inizio del tempo.L'unico specchio dell' essere umano che non mente mai è il suo ambiente che riflette i suoi umori, desideri, sogni e sofferenze.

pour envoyer un message à l'Artiste

 

galerie principale







participation à événements et projets

du 7 avril 2003
Geneviéve Kennedy
esposizione personale