Francesco Bertuletti
soluzioni che forse non vedremo mai
 
un lieu de rencontre
pour l'Art et de Créativité…
informations sur l'artiste
 
les textes sont présentés avec les langues proposées par l'auteur
profil
salle peinture
Italia (Italie) 




prima ancora della realizzazione della sedia stessa, la sedia come opera visiva.
Ecco che l’arte visiva riesce a coniugare idee nuove e bellezza artistica. L’arte visiva, deve quindi assumersi la responsabilità di aprire una nuova frontiera, essere una guida di lettura del mondo attuale rivolgendo le attenzioni a quello che potrebbe essere il futuro. L’artista come artefice di una visione anche solo ideale di ciò che potrebbe accadere.

In altre parole, ricreare quegli stili che solo i grandi maestri del passato hanno saputo indicare alla platea degli artisti, cubismo, impressionismo, pop-art…etc.. aprendo le porte a tutti gli artisti che non si limiteranno a interpretare con la proprio sensibilità e la propria abilità l’oggetto del dipinto, ma che possano creare l’oggetto stesso. Io credo che l’artista, non possa più continuare a cercare solo e soltanto ciò che ancora non è stato realizzato sulla tela ma che in realtà esiste già. L’artista deve creare qualcosa di nuovo. Sia esso una sedia, una casa una penna o una bottiglia. Non importa cosa sia, importa come potrebbe essere. La tecnica, l’abilità e la sensibilità artistica rimarrebbero personali, come le idee e le visioni che compariranno sulle tele. Ma la grande svolta avverbbe proprio nella innumerevole quantità di idee e soluzioni mentali che potrebbero essere svelate nel tempo. Non solo un’artista che interpreta, ma gli artisti che indicano e vedono oltre.

Le mie sedie, i miei sofà e qualche altra idea, rappresentano soluzioni che forse non vedremo mai, ma che sono il tentativo infantile di vedere qualcosa in modo diverso, realizzando così la capacità di definire qualcosa di nuovo, non per la tecnica o per il concetto, ma per l’idea stessa della realizzazione.

In conclusione: Oggi potrei vedere una sedia cubista, una sedia impressionista, una sedia futurista, una sedia accumulata una sedia frammentata, ma non ancora una sedia nuova. Mille modi di rappresentare una sedia, ma nessun modo di rileggere la sedia stessa. La fusione tra arte e creatività, tra idee irrealizzabili e possibile design, sarà la strada da percorrere per ridare slancio e gloria alle arti visive. Questo il mio personale convincimento, stanco della troppa spazzatura inutile e spesso volgare che non sempre, ma spesso dobbiamo digerire…!


pour envoyer un message à l'Artiste

 

galerie principale